HOME

Valutare le opportunità per innovare

Smartangle News • Oct, 2020

Valutare le opportunità è un imperativo per ogni azienda che voglia innovare e crescere. Uno strumento sviluppato per la loro valutazione può essere il primo passo per non lasciarsene scappare nessuna.

Innovare significa saper cogliere le opportunità”. Questa definizione di innovazione è quella che più si addice a quello che ogni azienda, a nostro avviso, dovrebbe fare. Sappiamo bene che è piuttosto generica, ma coglie molto bene il senso di quello che per noi significa fare innovazione smart.

Oggigiorno, al tempo dei vari paradigmi e delle metodologie per l’innovazione, qualsiasi sia il punto di osservazione, il focus è sempre sull’accelerare certi processi, o passaggi, per innovare.

Design thinking, lean startup, metodologia agile, lean production, e via dicendo, oggi le metodologie tanto utilizzate in molte delle aziende, hanno tutte lo stesso obiettivo: insegnare un metodo di lavoro per accelerare determinati passaggi del processo innovativo. A prescindere da dove esse vengano applicate, se nel marketing, o in produzione, o in progettazione, o addirittura nella commercializzazione, tutte fanno parte del modo in cui il processo innovativo si svolge.

Indipendentemente da quello che è il vostro settore, ognuno di voi adotta, o adotterà, una o più di queste metodologie. Ma una cosa è certa, cercherete sempre di ottimizzare i costi, minimizzare i tempi di sviluppo, e arrivare prima dei vostri concorrenti sul mercato.

Allora perché non usare uno strumento che possa aiutarvi a valutare a priori se sia il caso di avviare un progetto, e investire soldi, in un’attività di sviluppo di un nuovo prodotto o servizio?

Noi di Smartangle abbiamo sviluppato proprio uno strumento del genere, per far sì che un team multidisciplinare in azienda riesca a prendere una decisione, o a far prendere una decisione al top management, in tempi brevi, su qualsiasi opportunità vi capiti. Perciò evitando che questa opportunità vi sfugga per questo o quel motivo.

Lo strumento

Il nostro strumento serve a valutare, appunto, un’opportunità: un nuovo partner, una nuova tecnologia, un nuovo fornitore, una collaborazione, una start-up, ecc.

È uno strumento di assessment, che prevede un processo molto focalizzato ed estremamente breve, può durare da 2 gg ad una settimana, in cui si valuta a-priori e a-posteriori l’opportunità.

Step I

Nella Fase I il team multidisciplinare è chiamato a fare una valutazione preliminare dell’opportunità. Ovvero basandosi su informazioni preliminari prese ad una fiera, su un sito internet, o da qualsiasi altra fonte, è possibile fare una prima valutazione, che evidenzierà i punti “critici” dell’opportunità.

Per punti critici si intende quei punti che sono più difficili da approfondire, o per i quali il recupero delle informazioni necessita di ulteriori passaggi (ad esempio con l’azienda che volete approcciare).

Fatta questa valutazione preliminare, si ottiene una mappa con un codice di colori (rosso-giallo-verde), che evidenzia i punti che dovrebbero essere approfonditi nella Fase II.

Step II

Nella Fase II lo stesso team multidisciplinare, magari con l’aggiunta di qualche membro che possa aggiungere valore a queste valutazioni, passa ad un approfondimento, seguendo il processo indicato dallo strumento stesso.

In genere, in questa fase si guarda all’opportunità avendo raccolto tutta una serie di informazioni che ci permettano di fare una valutazione più di dettaglio.

Il risultato è riassunto in una scorecard che richiama l’attenzione su alcuni elementi indispensabili per valutare l’opportunità:

  • valore dell’opportunità: dove si definisce quale effettivo valore generale abbia per il nostro business l’opportunità in questione;
  • valore della tecnologia: per definire come la tecnologia sia effettivamente di supporto nello sviluppo futuro dell’opportunità;
  • valore dell’innovazione: per capire quanto sia l’impatto dell’innovazione derivante dall’implementare questa opportunità;

Inoltre nell’analisi vengono valutati anche una serie di rischi, che quasi sempre non vengono minimamente considerati in fasi preliminari come queste, e spesso neanche in fasi avanzate (i.e. quando ci state già investendo dei soldi):

  • rischio tecnologico: legato alla gestione della tecnologia che questa opportunità potrebbe comportare, o del livello tecnologico del nostro partner futuro;
  • rischio di fattibilità: legato alla fattibilità del progetto, e dell’effettiva implementabilità dell’opportunità;
  • rischio commerciale: legato alla fase di commercializzazione, cercando appunto di valutare quali siano i rischi di sviluppare un qualcosa che magari poi i nostri clienti non comprano, o gli ostacoli che ci renderebbero molto difficile penetrare in un nuovo mercato;
  • rischio sul valore: legato alla proposta di valore del nostro eventuale nuovo modello di business, ovvero il rischio di proporre un vero valore al nostro cliente finale.

Perchè e per chi?

Perché dovremmo applicare questo strumento? Perché volete evitare di perdere un’opportunità a causa di processi interni che funzionano male, a causa del cosiddetto middle management, o per qualsiasi altro motivo blocchi, o cassi, una opportunità che vi si presenti.

Nella nostra esperienza l’abbiamo offerto ad aziende che lo utilizzano per valutare nuove tecnologie; che lo hanno utilizzato per valutare delle start-up per fare degli investimenti, o per valutare la validità di un progetto di cambiamento culturale. Come vedete si può usare in modi diversi, e nella sua estrema personalizzazione, lo strumento può essere adattato a qualsiasi esigenza.

Chi lo può utilizzare? Sicuramente lo strumento richiede contributi diversi, quindi è necessario avere un team multidisciplinare che dedichi qualche ora a lavorare assieme sullo strumento, e che riesca poi a recuperare le informazioni necessarie a fare le valutazioni di dettaglio. Quindi non è uno strumento per innovatori, o per cervelloni, è uno strumento per le aziende, per tutte quelle realtà che facendosi sfuggire una opportunità potrebbero decretare il successo o il fallimento di determinate strategie o del raggiungimento di specifici obiettivi.

Credete di essere pronti per provarlo? Se sì, basta mandarci un messaggio.